Crea sito

Una piccola farmacia domestica naturale fai da te

Alcune piante note sono le materie prime della medicina moderna: radici, foglie e fiori di molte specie considerate malerbe dalla cultura moderna occidentale possono essere invece raccolte, trasformate e usate.

Nei campi e nei boschi si possono trovare molte medicine, se si sa cosa cercare. Solitamente le guide erboristiche alla identificazione sono regionali, per aree geografiche specifiche, e si trovano facilmente nelle biblioteche e nei negozi di libri usati. Lo stesso vale per gli erbari che presentano elenchi esaurienti di piante con i rispettivi usi terapeutici.

Le varie preparazioni

Il decotto estrae l’aroma usando la bollitura in acqua

L’infuso è un ammollo senza bollitura

Il succo espresso è spremuto, spesso avvolgendo la massa vegetale in un pezzo di tela per poi strizzare forte.

Per pestare si usa un mortaio e un pestello oppure una ciotola e il manico di un coltello o un altro oggetto duro.

Per schiacciare si usa la parte piatta della lama di un coltello.

Per arrestare le emorragie

Erba roberta o geranio robertiano: succo espresso

Pervinca: succo espresso di foglie

Piantaggine: foglie pestate ridotte in poltiglia

Prunella o brunella: succo espresso

Detergere eruzioni cutanee, irritazioni, ferite

Nota: usate queste piante esternamente per bagnare la pelle oppure, dove indicato, come poltiglia. Applicate due o tre volte al giorno.

Bardana: decotto della radice; radice cruda schiacciata e sale per i morsi di animali

Camomilla: infuso di fiori come poltiglia

Centocchio o stellaria media: succo espresso di foglie

Attaccavesti o Galium aparine: infuso di pianta intera eccetto le radici

Consolida: decotto della radice come poltiglia

Sambuco: succo delle foglie espresso

Olmo: infuso della corteccia

Marrubio: infuso di pianta intera eccetto la radice

Malva: decotto di foglie e fiori come poltiglia

Altea: decotto della radice; infuso di foglie e fiori come poltiglia

Ortica: infuso di fiori e germogli

Quercia: decotto della corteccia

Iberico: infuso di fiori e germogli

Canicola: infuso di pianta intera eccetto la radice

Coclearia: foglie schiacciate

Borsa pastore: infuso di pianta intera; radice come poltiglia

Potentilla o anserina: infuso di pianta intera eccetto la radice

Acetosella: foglie schiacciate

Crescione: succo espresso

Achillea millefoglio: infuso di pianta intera eccetto le radici

Antisettico

Nota: queste piante si possono usare esternamente o internamente; sono particolarmente utili per le ferite che si sono infettate.

Aglio: succo espresso

Rafano, cren: decotto della radice

Malva: infuso di foglie e fiori

Altea: decotto della radice; infuso di fiori e foglie

Timo: infuso di foglie e fiori

Fastidi, dolori, ematomi, rigidità

Nota: dove indicato, usare esternamente.

Betulla: infuso di foglie

Borragine: infuso di pianta intera eccetto le radici

Bardana: decotto della radice

Camomilla: succo espresso dei fiori applicato ai gonfiori

Centocchio o stellaria media: infuso di pianta intera eccetto la radice

Consolida: decotto della radice applicato ai gonfiori

Mirtillo rosso: infuso di foglie e frutti

Erba roberta o geranio robertiano: infuso di pianta intera eccetto le radici applicato ai gonfiori

Olmo: infuso di corteccia

Scrofularia: decotto di pianta intera eccetto la radice, usato esternamente per assorbire ematomi e coaguli di sangue

Aglio: succo espresso applicato ai gonfiori

In caso di mal di testa, le foglie e la corteccia di salice producono un decotto che contiene salicina (una base dell’aspirina).

Febbri

Queste piante inducono la sudorazione per abbassare la febbre.

Camomilla: infuso foglie e fiori

Sambuco: infuso di fiori e frutti

Olmo: decotto di corteccia

Raffreddori, mal di gola, difficoltà respiratorie

Agrimonia: infuso di pianta intera eccetto le radici

Angelica: decotto della radice

Mirtillo: infuso di foglie e frutti

Bistorta: infuso di pianta intera eccetto le radici

Borragine: infuso di pianta intera eccetto le radici

Bardana: decotto delle radici

Camomilla: infuso dei fiori, usare come collutorio

Consolida: infuso di pianta intera

Tasso barbasso o verbasco: infuso di pianta intera eccetto le radici; decotto delle radici come collutorio

Marrubio: infuso di pianta intera eccetto le radici

Rafano o cren: radice cruda

Polmonaria: infuso di pianta intera eccetto le radici

Malva: infuso di fiori e foglie

Altea: decotto della radice; infuso di foglie e fiori

Menta: infuso di pianta intera eccetto le radici

Ortica: infuso di foglie

Quercia: decotto di corteccia, usare come collutorio

Piantaggine: infuso di foglie e piccioli

Pioppo: infuso di foglie e boccioli

Rosa: decotto di bacche

Iberico: infuso di fiori e germogli

Sanicola: infuso di pianta intera eccetto le radici

Prunella o brunella: infuso di pianta intera eccetto le radici, usare come collutorio

Timo: infuso di foglie e fiori

Salice: decotto di corteccia

Achillea o millefoglio: infuso di pianta intera eccetto le radici, usare per inalazioni

Problemi di stomaco

Mirtillo: decotto di frutti

Tarassaco: decotto di pianta intera

Rafano o cren: infuso della radice

Menta: infuso di pianta intera eccetto le radici con carbone schiacciato

Canicola: infuso di radici

Achillea o millefoglio: infuso di foglie e fiori

Diarrea

Nota: assumere due o tre volte al giorno fino a che i sintomi cessano.

Mirtillo: decotto di frutti

Bistorta: infuso di pianta intera eccetto le radici

Mirtillo rosso: decotto di frutti

Olmo: infuso della corteccia

Salvastrella o sanguisorba: infuso di foglie e germogli

Nocciolo: infuso di foglie

Menta: infuso di pianta intera eccetto le radici

Quercia: decotto della corteccia

Pervinca: infuso di foglie, non usare per periodi prolungati

Frutti, Fiori, Foglie, Vita
 
The following two tabs change content below.
Architetto| | Direttore Scrum Italia Med | Titolare ART MARè

Ultimi post di Antonio Marchesi (vedi tutti)